Salta al contenuto principale
La Regione Piemonte cerca famiglie per l'Osservatorio per l'attuazione del Fattore famiglia

La Regione Piemonte cerca associazioni per l'Osservatorio per l'attuazione del Fattore famiglia

La Regione, attraverso un Avviso pubblico di manifestazione di interesse, cerca 2 associazioni per l'Osservatorio regionale per l'attuazione del Fattore famiglia, un indicatore sintetico della situazione reddituale e patrimoniale che integra ogni altro indicatore, coefficiente o quoziente, comunque denominato, tenendo conto delle diverse modalità di erogazione delle prestazioni nei seguenti ambiti previsti dall’art.3 della legge regionale 16/2019:

a) prestazioni sociali e sanitarie, comprese le compartecipazioni alla spesa

b) servizi socio-assistenziali

c) misure di sostegno per l’accesso all’abitazione principale

d) servizi scolastici, di istruzione e formazione, anche universitari, comprese le erogazioni di fondi per il sostegno al reddito e per la libera scelta educativa

e) trasporto pubblico locale.

Attuando la normativa regionale, la Giunta regionale (con DGR n. 3-1985 del 25.9.2020) ha disposto l’istituzione dell'Osservatorio per l'attuazione del Fattore famiglia, definendo i criteri per individuare 2 associazioni regionali operanti negli ambiti sopra elencati.

Le associazioni individuate attraverso l'avviso di manifestazione di interesse diventeranno componenti dell’Osservatorio regionale per l’attuazione del Fattore famiglia.

Componenti dell'Osservatorio sono: le 2 associazioni regionali operanti negli ambiti di applicazione dell’art. 3 individuate con l'Avviso, tre consiglieri regionali designati, di cui due della maggioranza e uno della minoranza, designati dal dal Consiglio regionale, un rappresentante designato dall’Associazione nazionale comuni italiani, l’assessore regionale competente o suo delegato, con funzioni di Presidente.

L’Osservatorio svolge i seguenti compiti:

a) esprime il parere preventivo sui criteri e sulle modalità attuative di cui all’articolo 4 della LR16/2019, nonché su ogni provvedimento regionale che incida sugli ambiti di applicazione di cui all’articolo 5 della medesima legge;

b) effettua il monitoraggio degli impatti del Fattore famiglia sull’efficacia dei servizi erogati e trasmette una relazione annuale alle commissioni consiliari competenti;

c) formula alla Giunta regionale proposte di estensione del Fattore famiglia ad ambiti di applicazione ulteriori rispetto a quelli individuati all’articolo 3 della LR 16/2019.

 

👉 Vai al sito della Regione per sapere come candidare la tua associazione

Condividi